La gente deve smetterla di costringermi a scrivere sul blog

Perchè poi mi ritrovo sempre con niente da dire, ogni tanto viene l’ispirazione mentre cerco di addormentarmi di notte: il problema è che il computer è spento e non mi viene mai voglia di accenderlo quindi ci dormo sopra e al risveglio l’idea geniale che avevo la sera prima sembra una stronzata colossale

Che faccio un altro post in cui scrivo pensieri sconnessi l’uno con l’altro per poi tentare di riprenderli sotto un filo comune alla fine? diavolo no, non siamo mica in grey’s anatomy.. plus credo che senza la voce fuori campo non renda
oppure la voce fuori campo sono io che sto scrivendo e mancano le immagini O.o  META

Visto quindi che di frasi a caso non se ne parla bisogna scegliere un argomento, la scelta ricade inevitabilmente sull’università in quanto oggi ho fatto un esame e purtroppo non ho ancora dimenticato tutto quello che ho studiato quindi ho il cervello abbastanza monotematico (parlerei di telefilm ma tra qualche giorno devo già scrivere il serialmese quindi non sembra il caso).

Ma non un post su: “che palle l’università”, “AIUTO NON CE LA FACCIO PIU’ “, “la mia compagna di banco non me la darà mai”.. non io voglio parlarvi di quello che studio.
“Niente” risponderete voi: si, ok, ma non intendevo in quel senso.. andiamo potete fare di meglio

Allora io studio “Marketing, comunicazione aziendale e mercati globali” all’università bicocca, e se te lo stai chiedendo si ti danno un CFU se riesci a imparare il nome del corso (check). Perchè ho scelto quello? Perchè dopo la ragioneria non si hanno molte scelte (“no che non ho intenzione di andare a lavorare mamma”) e di fare giurisprudenza non se ne parlava neanche.

La scelta era quindi quale laurea in soldi fare e marketing era quella un po’ più figa, cioè meno orrenda.. il tutto solo sulla carta ovviamente

*si alza un tizio incognito dal pubblico e alza la mano timidamente* io mi sono sempre chiesto.. ma che cazzo è il marketing?

Ecco è esattamente la domanda che stavo aspettando, grazie tizio incognito. Giuro che vorrei fare il figo e darvi una definizione in modo che lo capite una volta per tutte.. sfortunatamente siamo nel cazzo di 2011 e una definizione ufficiale di marketing ancora non c’è, non credete a wikipedia. Ancor più sfortunatamente per me il fatto che non ci sia una definizione ufficiale vuol dire che qualunque stronzo con una laurea tenta di dare la propria definizione e io devo studiarle tutte.

Posso dirvi con assoluta certezza cosa non è: non è “fare le pubblicità”, non sei Don Draper 50 anni dopo (e chi viene dalla ragioneria come me lo sa, ma chi viene dal liceo e lo scopre dopo 1 anno e mezzo ha letteralmente la delusione negli occhi, fantastico); non è nemmeno statistica con i dati economici.

Il marketing si occupa di analizzare il mercato, scegliere la strategia dell’impresa, metterla in atto, comunicarla a tutti, valutare i risultati. E in base ai risultati analizzare il mercato, scegliere la stratedia dell’impresa e avete capito dove vado a parare.

Il problema è che sembra lungo da studiare ma non lo è per niente.. è lungo da realizzare nell’azienda perchè ci sono miliardi di variabili diverse per ogni impresa, ma le cose generali da imparare sono veramente poche. Il risultato è che si finisce per studiare sempre le stesse cose da prospettive diverse.. ed è pesantissimo.

In più la bicocca ha l’ulteriore problema di aver questa setta di professori, che chiameremo per comodità “quelli di symphonya”, che continuando a citarsi tra di loro nelle lezioni e nei libri usando anche gli stessi termini e ti danno l’idea che il marketing sia tipo la storia del vangelo e noi studiamo soltanto la versione di giovanni (la scelta è ricaduta sull’unico che sono sicuro fosse un evangelista).

Ok la sto facendo un po’ troppo tragica, la verità è che a me piace quello che studio ma sto veramente cominciando a rompermi le balle di studiare.. Non vedo l’ora di laurearmi, anche perchè sono a tanto così da andare in un fast food e chiedere il lavoro con la minor quantità di responsabilità che hanno (tanto non mi assumerebbero chi voglio prendere in giro)

write ya, Ste

Tag:, ,

2 responses to “La gente deve smetterla di costringermi a scrivere sul blog”

  1. frisio says :

    http://www.youtube.com/watch?v=uZub-7ulikc video carino carino di Hicks sul marketing, che poi è abbastanza simile a quello che faccio io e si, scoprire che non si diventa Don Draperè la cosa peggiore di tutte

    • stewii says :

      that’s a good market, he’s smart😀
      mi spiace se pensavi veramente di diventare don draper, è proprio un sogno che si infrange.. ma la bella notizia è che se la giochiamo bene potremmo diventare roger sterling

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: